La presente sezione raccoglie e pubblica contributi attinenti al tema di ricerca dell'Osservatorio

 

 

Batinti, Andriani,Filippetti: Local Government Fiscal Policy, Social Capital and Electoral Payoff: Evidence across Italian Municipalities

SUMMARY


Citizens’ attitudes and reactions to policymakers’ decisions depend on several factors, including in formal institutions. The novelty of this paper is to use social capital as a moderator factor to shed light on the relationship between fiscal policies and electoral outcomes. We investigate this relationship using a sample of 6,000 Italian municipalities over the period 2003-2012 and use a Conditional Logit Matching model comparing incumbents to challengers’ characteristics within each election. We find that social capital increases the odds of the re-election of incumbent mayors who adopted a local fiscal policy more oriented towards capital investment (versus current expenditure) and towards property tax (versus income surcharge). This suggests that social capital encourages governmental functions and public policies improving long-term economic commitments, institutional transparency, and accountability. It also shows that decentralization works relatively better with social capital.

 

E. D'ELIA, L.MORETTINI, Business investment during the global crisis: some evidence from the italian experience

The recent economic crisis has gone through several phases after beginning with a major shock in the credit sector. However, in the literature there is no consensus as to whether this crisis was the main cause of the general deterioration of the economy or the other way round.
The influence of finance on the others sectors and the impact of real economy on finance has been analysed in a large number of contributions but the recent debate focuses on the actual role of credit supply on investment.

L. MORETTINI, Analisi dell’evoluzione del sistema finanziario e della struttura bancaria (Marzo 2014)

La crisi finanziaria degli ultimi anni ha colpito con violenza inaudita l’economia. Da questo impatto non sono uscite  indenni le banche, finite spesso nell’occhio del ciclone per il loro ruolo nelle dinamiche di sviluppo della crisi. Con questo studio vorremo fornire una rappresentazione dell’evoluzione del sistema bancario italiano sollecitata dalla crisi economica: sono esaminati, come in una successione di istantanee, i mutamento della struttura del sistema creditizio e la variazione delle priorità delle banche stesse a partire dal 2006. Allo scopo questa rassegna presenta una descrizione, basata sui dati e sui più recenti studi, dei diversi stadi del cambiamento del mercato bancario, del riposizionamento dei suoi attori, delle dinamiche del credito e dell’influenza delle banche sui sistemi economici regionali.

P. COLASANTE, J. DI GESÚ, Il servizio del credito nell’ordinamento pubblicistico italiano, fra Unione europea, Stato e Regioni (Marzo 2014)

In riferimento all'attività creditizia, la disposizione di riferimento, sul piano costituzionale, è l’art. 47 Cost. e, in particolare, il suo primo comma, secondo il quale “la Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito”. L’esistenza della norma menzionata e i mutamenti accennati inducono a procedere all’analisi dell’attuale ruolo dell’attività creditizia nell’ambito dei rapporti economici tutelati dalla Costituzione ed è proprio su tale questione che si incentra la prima parte dello studio qui condotto, partendo dalla nozione di servizio pubblico. Esaurita questa ricostruzione, si passa a esaminare secondo quali modalità il principio dell’art. 47 Cost. si sia concretizzato nell’ordinamento con particolare riguardo al riparto delle competenze tra Stato e Regioni in materia.

Informazioni aggiuntive